logo_ots_ 
Corso per Operatori di Teatro Sociale 2018/'19

ISCRIZIONI APERTE
 
 

Informazioni generali

Nell’autunno 2018 partiranno i nuovi Corsi annuale per operatori di Teatro Sociale ", già patrocinati dell'E.T.I. (Ente teatrale Italiano), con l'affiliazione alla  Accademia di Arte e Teatro nel Sociale, il patrocinio dell'Agenzia capitolina per le tossicodipendenze ed il riconoscimento dei Crediti Formativi Universitari (con le Università convenzionate).

Quest'anno ci sono 5  classi separate in  sedi differenti.

Roma, Milano, Bari, Rimini e Prato*


Il corso è indirizzato sia a chi già lavora nell'ambito del disagio sociale (handicap psico-fisici,tossicodipendenze, carceri, minori, anziani, etc.) , sia a chi vuole avvicinarsi al settore mediante l'approccio artistico, con particolare riferimento al teatro e accenni alla musica, all'audiovisivo, ad altre forme artistico-espressive.

Il Corso è attualmente una delle rare realtà continuative a livello nazionale nel settore diriferimento: gli allievi potranno eventualmente potranno partecipare alle attività pratiche e usufruire della struttura dell'ass. Oltre le Parole, per presentare propri progetti nelle strutture di riferimento, collaborare alle altre realtà collegate all’associazione.

Quest'anno è l'11° anno di corsi continuativi e si prevedono anche workshop e iniziative speciali aperti sia agli oltre 400 ex O.t.s. che ai simpatizzanti

* Il corso di  Prato è realizzato con la collaborazione di S.T.A. Spazio Teatrale All'incontro

 
SCARICA LA BROCHURE DI PRESENTAZIONE DEL CORSO
Informazioni_corsi_OTS_2018-2019_4_luglio.pdf
 

 

Programma e obiettivi di massima del corso per Operatori di Teatro nel Sociale


• Progettare la costruzione di relazioni stabili e significative, attraverso l'apertura di canali comunicativi verbali e non verbali, a livello intrapersonale(con se stesso), inter-personale (con l'altro) e trans-personale (col gruppo). I canali comunicativi di cui
sopra si riferiscono prevalentemente a percorsi di espressività vocale e corporea, tecniche teatrali di base, animazione ludica esocio-culturale, secondo modalità strutturate e non.

• Percepire ed esprimere i propri bisogni attraverso il corpo, la voce, la musica, il movimento, la scrittura, l'’arte in generale.

• Utilizzare il canale non verbale per comunicare, al di là delle differenze linguistiche, culturali e delle difficoltà che impediscono o compromettono l'uso del linguaggio.

• Utilizzare il gioco, a tutte le età e in tutte le condizioni psicofisiche, come elemento di conoscenza, scambio, espressività ed integrazione.

• Creare situazioni che prevedano uno scambio interattivo tra le persone coinvolte direttamente nell'esperienza e le famiglie, gli operatori, i volontari, ecc...

• Conoscere i possibili ambiti di intervento e le caratteristiche principali di ciascuna tipologia di utenza per poter avviare un processo di valutazione, formulazione di un progetto mirato e un monitoraggio periodico.

• Conoscere delle tecniche di animazione che prevedano l'utilizzo del gioco teatrale, del recupero del patrimonio sonoro musicale e l'espressione della propria identità culturale, sociale, territoriale.

• Utilizzare strumenti di anamnesi e monitoraggio che tengano conto da una parte dei dati oggettivi e dall'altra delle osservazioni soggettive dell'operatore.
• Costruire relazioni attraverso canali comunicativi verbali e non verbali, che utilizzino il suono, la musica, il movimento e la gestualità.

• Proporre l'utilizzo di tecniche manuali ed artistiche al fine di far emergere o sviluppare risorse e competenze.

• Conoscere tecniche teatrali e artistiche di base per poterle approfondire e utilizzare a secondo dei vari contesti di riferimento.

• Utilizzare le modalità, le conoscenze e le competenze personali e quelle apprese durante il corso ai fini di applicarle ai gruppi di lavoro con i quali ci si troverà ad avere a che fare, nell’obiettivo principale di integrare il gruppo e migliorare
le capacità espressive, comunicative e di interazione dei singoli partecipanti all’'interno e all’'esterno del gruppo.

• Fornire i partecipanti di bibliografie e riferimenti di vario genere (anche multimediali) per approfondire gli ambiti trattati nel corso.

• Dare cenni storici sulla figura dell’artista/operatore di teatro sociale in Europa in particolare, e della sua evoluzione, a partire dal XIX secolo ad oggi.

• Dare competenze di base sulla formulazione di progetti per realizzare corsi e laboratori in linea con gli obiettivi del percorso proposto.

• Presentare durante il percorso, figure professionali con specifica e significativa esperienza in un determinato settore di “arte nel sociale”, esterne agli insegnanti di base e che possano raccontare le proprie esperienze dando ai partecipanti
conoscenze e stimoli sulle possibilità di applicazione della figura dell’'operatore di Teatro Sociale.

• Definire l’'ambito di intervento dell’operatore di teatro nel sociale: risorse, limiti, interazione e scambio con altre figure professionali.

• Definire l’'etica della professione dell’'operatore di teatro sociale, contemplando la possibilità di definire una figura professionale di respiro europeo.
 

Per ulteriori informazioni scrivere a segreteria@teatrocivile.it
 
Ass- Cult. Oltre le Parole o.n.l.u.s.- Via dei Prati Fiscali, 215- 00141 Roma
  Site Map