Erasmus plus, progetto RESTORE, restore project, restore-project, Social Theatre Operator, S.t.o., Operatori di Teatro Sociale Europei-Oltre le Parole- Teatro Sociale e Civile

Erasmus plus- Progetto ReSToRe

Progetto ERASMUS PLUS per il riconoscimento della figura dell'
Operatore di Teatro Sociale in Europa

(S.T.O. Social Theatre Operator/ Art Facilitator)
Guarda la videopresentazione



 


Un progetto europeo a sostegno del teatro sociale e di comunita'. E' il "REcognition of the Social Theatre Operator as a professional to tackle the Risk of social Exclusion" guidato dalla nostra associazione e a cui ha aderito come partner per l'Italia anche l'Universita di Roma Tre, la comunita'San Patrignano, assieme a realtà sociali di altri cinque paesi europei: Irlanda, Polonia, Portogallo, Slovenia e Spagna.

Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea all'interno del programma Erasmus Plus durera circa tre anni e si pone come obiettivo quello di promuovere la figura professionale dell'operatore di teatro sociale, nonchè la sua formazione, giungendo al riconoscimento di tale qualifica fra quelle europee già in vigore, e di promuovere la diffusione del teatro sociale e di comunita' come mezzo di inclusione sociale per i gruppi più svantaggiati, tra cui disabili, migranti, minoranze etniche, ex tossicodipendenti e carcerati.Nella prima fase del progeto ci si confrontera' tra esperti di varie nazioni per definire linee guida, metodologia e deontologia della figura dell'Operatore Europeo di Teatro Sociale (o, in altre nazioni, "facilitatore attraverso l'arte').

Nella seconda fase, pratica, l'obiettivo è di formare circa 80 operatori di teatro sociale a carattere europeo cercando di uniformare la figura professionale all'interno dell'Unione europea, che a loro volta realizzeranno dei gruppi pilota per circa 600-800 persone.


I due principali elementi di innovazione saranno l'inclusione nel progetto delle piu' differenti declinazioni di teatro sociale e la sua focalizzazione sul ruolo dell'educazione non formale in ambito teatrale.


Saranno quindi organizzate cinque fasi di formazione fra Spagna, Italia, Irlanda, Portogallo e Polonia per poi convergere a San Patrignano nella primavera del 2022 per il grande evento finale.


Il progetto ha avuto il suo inizio il 5 e 6 dicembre 2019 a Dublino e ha avuto il suo secondo momento di approfondimento dal 10 al 15 febbraio 2020 a Gijon, in Spagna.


Il terzo appuntamento del progetto sara' in Italia (5-10 maggio2020) e coincidera' con il  I convegno  nazionale degli Operatori di Teatro Sociale a Prato dall'8 al 10 maggio 2020.


Successivamente gli incontri avranno luogo nelle altre nazioni a cadenza più o meno trimestrale.

Per saperne di più e iscriverti  visita il sito in calce.
Puoi anche scaricare qui di seguito le newsletter.
RESTORE_Newsletter_number_1.pdf

cropped-restore-logo-1

The idea of doing theatre as a means to support different disadvantaged groups at risk of social exclusion is quite ancient.

Good practices are spread all over Europe, showing the potential, effectiveness and transversal applicability of this methodology, which can be successfully applied to any age group and adapted to several targets affected by different kinds of social disease. In a few words, this educational approach is based upon the idea of developing key competences and skills, increasing an individuals sense of initiative, self-confidence and self-esteem by practising theatre, thus facilitating social inclusion.

The seven partners in this project are Oltre le Parole, Teatro Civile, Italy (lead);
Smashing Times, Ireland;
Comunità San Patrignano Società Cooperativa Sociale, Italy;
Bielskie Stowarzyszenie Artystyczne Teatr Grodzki, Poland;
PELE, Associao Social e Cultural, Portugal;
Magenta Consultoria Projects SL, Spain;
ProSoc  Drustvo Za Implementacijo Projektov in Razvoj Socialnega Podjetnistva, Slovenia
RomaTre University, Italy

In particular, the Specific objectives of the project are:

  • To promote the diffusion of Social and Community Theatre as an effective means for the social inclusion of disadvantaged adult learners
  • To strengthen cooperation and facilitate the exchange of good practices in the field of non-formal education among partner organisations
  • To jointly develop and validate a training course addressed to STO
  • To boost a process for the recognition and standardisation at EU level of the SOCIAL THEATRE OPERATOR (STO), a new professional figure defined in terms of knowledge, competences and skills

The main target groups addressed by the project can be identified at three levels:

  • Non-profit organisations supporting different groups of disadvantaged adult learners working
  • Professional adult educators and volunteers working in the field of Social and Community Theatre
  • Groups at high risk of social exclusion and segregation such as migrants, disabled, prisoners, ethnic minorities, former drug addicts, NEETs, etc.

Kindly funded by the Erasmus+ Programme of the European Union.